Nuovo Cinema Inferno. Inizio 2012, drastico calo di presenze al cinema

Il cinema in Italia attira sempre meno gente in sala. Una tendenza evidente, riscontrabile nella lettura dei dati Cinetel, società che cura quotidianamente i dati di incasso e presenza in un campione di sale cinematografiche di prima visione in tutta Italia.

Da notare presenze e incassi decisamente inferiori rispetto ai dati 2011. Nel periodo di gennaio 2012 le presenze al cinema sono state 49 milioni a differenza dello stesso periodo nel 2011 che ne ha registrate invece 61 milioni, il che corrisponde a 67 milioni di incasso in meno.

Tra i film a maggiore incasso del 2012 ci sono al primo posto Benvenuti al nord con 27 milioni, al secondo Madagascar 3, al terzo Breaking Dawn II, al quarto invece Quasi amici. Ai primi 4 posti una produzione italiana, due americane e una francese. Commedie e fantasy al primo posto. Ai primi 20 posti prevalgono in generale film d’animazione e fantasy, oltre alle commedie.

Se consideriamo che nel 2011 (secondo l’Annuario dello Spettacolo Siae 2011) la vendita di biglietti nel settore cinematografico ha presentato un calo del 7,02%, le statistiche sono decisamente allarmanti.

Come leggere questi dati?

Sempre meno persone decidono di impiegare il proprio tempo libero dedicandolo all’illusione della settima arte nel suo luogo di nascita, nel luogo magico del cinema, ritrovo della comunità che decide di emozionarsi, di credere a quel che vede perché in quel luogo non esiste altra realtà se non quella rappresentata dallo schermo. In quel luogo non esistono dubbi, incertezze riguardo alla vita. I litigi, le crisi, i malumori, le lotte, le offese della banale quotidianità rimangono fuori da quel luogo, grazie ad una sorta di trasformazione di ognuno di noi in altro: spettatore pronto a ricevere, a prescindere da tutto il resto. Cogliendo ogni immagine, ogni azione descritta come universale ed eterna, l’insignificanza del qui ed ora individuale non esiste più, un vento maestrale ci avvolge completamente.

C’è chi continua a guardare i film scaricati gratuitamente sullo schermo del proprio Ipad, del proprio PC, del proprio dispositivo mobile per battere sui tempi l’uscita del film, per non pagare il biglietto e rimanere placidamente sdraiati sul proprio letto. Distruggendo le forme di fruizione di un’invenzione nata a fine Ottocento per riportare la magia nel gioco balordo degli incontri e degli scambi di ogni individuo, si indeboliscono le infinite possibilità per il nostro spirito di produrre nuovo senso, grazie ai nuovi punti di vista che un viaggio da seduti in uno spazio ad esso deputato offre. Il cinema è anche uno spazio, perché farne a meno?

Mi pare che i dati sollevino una certa tendenza a ripudiare la magia dalla propria vita. Se il problema fosse davvero l’impossibilità di sostenere il prezzo di un biglietto, si potrebbe economizzare e assistere ad un film di tanto in tanto. Ma forse si tratta di una mancanza di interesse? Ci sono ormai altre possibilità più interessati sul web?

toto-cascioIl vertice di umanità, l’attenzione per la magia, il bisogno di sorpresa e la necessità di storie, di invenzioni, di racconti d’immaginazione è rappresentato con maestria dal film di Tornatore Nuovo cinema paradiso. Il piccolo Salvatore in segreto scappa al cinematografo senza avvisare sua madre e usa i soldi destinati al latte per comprare un biglietto d’ingresso al cinema. Un gesto che è pura poesia, commozione. La bellezza.

La storia del film ruota tutta intorno alle vicende del cinematografo siciliano “Nuovo cinema paradiso”. Il finale vede l’intero paese assistere alla demolizione del cinema, ormai decaduto.

Una fine profetica anche per le sale cinematografiche contemporanee?

Advertisements

About gracekant

Sempre alla ricerca della bellezza
This entry was posted in Cinema, Critica all'attualità and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s